Uso personale anche in presenza di stupefacenti di tipo diverso.

Pubblichiamo questa interessante sentenza con cui il Tribunale di Udine ha assolto un nostro assistito trovato in possesso di un certo quantitativo di hashish e marijuana, ritenendo la detenzione destinata al mero uso personale dell’imputato.

La pronuncia è di particolare interesse perché accoglie l’orientamento già seguito dalla Suprema Corte di Cassazione secondo cui in tema di stupefacenti non vi devono essere automatismi, ma occorre sempre che la Pubblica Accusa fornisca la prova che la detenzione era finalizzata – anche solo in parte – alla cessione a terzi.

Dunque, anche in presenza di sostanze di tipo diverso, di quantitativi non esigui e confezionati in più dosi, la sussistenza di valide argomentazioni difensive può far cadere l’accusa di spaccio.

Ecco perchè in riferimento a questo settore del diritto penale, particolarmente tecnico e delicato, occorre sempre valorizzare le circostanze del caso concreto, avvalendosi di un avvocato penalista esperto in materia di stupefacenti.

Avv. Patrizio Paolo Palermo ®

Cliccando sul link è scaricabile la sentenza di assoluzione del Tribunale di Udine:

avv Palermo Trib Udine stupefacenti

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email